Deviazione standard nella finanza: Cos’è e come funziona nel trading

La deviazione standard misura la dispersione di un campione statistico rispetto alla media. Questa frase potrebbe dirvi poco se non avete studiato statistica o se ve la siete scordata, ma non preoccupatevi, in questa guida vi spiegheremo nel dettaglio di cosa si tratta.

In effetti la deviazione standard è un indicatore statistico ancor prima che finanziario, ma si adatta a numerosi ambiti.

Partendo dunque dalla formula matematica vedremo come analizzare i valori della “Standard deviation” e sfruttarli negli investimenti.

Per vedere in azione un indicatore di deviazione standard su un grafico di trading vi consigliamo di accedere al conto Demo eToro e fare qualche test senza correre alcun rischio.

Deviazione standard: Pro e contro:

Pro della standard deviation
Contro della standard deviation
✅ Valuta i rischi di un investimento ❌ Difficile comprensione
✅ Indica anche la volatilità ❌ Necessita di un indicatore di conferma
✅ Disponibile su molte piattaforme ❌ Non genera segnali di trading

Deviazione standard

Deviazione standard: Video tutorial

Iniziamo questa guida con un Video-tutorial sulla deviazione standard e sul suo utilizzo nel trading:

Deviazione standard finanza

La deviazione standard nella finanza è di facile applicazione perché gli investimenti e i mercati si basano su formule matematiche e quella della deviazione è proprio una formula aritmetica.

Per comprendere di cosa stiamo parlando facciamo un esempio e supponiamo di voler capire, date due classi di studenti, quali alunni hanno i voti più diversi e in quale classe invece i voti si avvicinano maggiormente fra loro.

Se nella prima classe gli alunni prendono voti che oscillano dal 3 al 9 e nella seconda invece vanno dal 6 al 8 è ovvio che la prima classe avrà una deviazione standard più elevata rispetto agli alunni della seconda classe.

Per ampliare il discorso alla statistica possiamo dire che la standard deviation rappresenta la “disparità” dei valori di un campione preso in esame e quanto questi valori siano distanti dalla media.

Possiamo calcolare la DS (Deviazione Standard) per ogni serie numerica e nel mondo della finanza per ogni serie di prezzi di qualsiasi strumento finanziario.

Deviazione standard della media

Conoscere la deviazione standard è molto utile quando i numeri della serie esaminata sono tutti piuttosto vicini fra loro.

Nell’esempio precedente infatti i voti degli alunni vanno da 0 a 10 e anche se eliminassimo tutti gli zero e tutti i 10, la media cambierebbe di poco.

Ma in ambito finanziario la situazione è diversa, non ci sono dei limiti reali nei prezzi di un titolo (a parte il limite inferiore che è comunque uguale a zero) perciò se un titolo raggiungesse un picco storico, anche per poco tempo, eliminarlo dall’equazione avrebbe risultati catastrofici per la media.

Deviazione standard nel trading

La deviazione standard nel trading ci aiuta a comprendere di quanto è prevedibile che si muovano i prezzi, sulla base delle precedenti oscillazioni del titolo in un determinato periodo.

In sostanza con questo indicatore si cerca di capire il rischio di un investimento e la volatilità dello stesso.

Una standard deviation contenuta mostra un titolo a basso rischio, che subisce bassa volatilità, al contrario una DS elevata indica un titolo ad alto rischio e con alta volatilità.

Non vi diremo su quale titolo è meglio investire perché dipende dalla vostra strategia operativa, ma ora sapete quanto questo indicatore di trading vi può essere utile.

Come per l’Ichimoku o il ritracciamento di Fibonacci, anche la deviazione standard necessita di una piattaforma di trading per essere visualizzata graficamente.

Nell’elenco qui sotto abbiamo inserito una serie di Broker con relative piattaforme che offrono questo indicatore. Fate pratica in Demo, così da non rischiare il vostro denaro mentre fate tutti i test del caso:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Corso Gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capex
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma MT5
  • Zero commissioni
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    72,30% de las cuentas de CFD minoristas pierden dinero
    Piattaforma: markets
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Trend dei Traders
  • Sicura e affidabile
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Ognuno di questi intermediari è regolamentato e sicuro, quindi potete scegliere liberamente quale preferite usare per i vostri investimenti. Ma se volete risparmiare tempo, ecco le migliori piattaforme per sfruttare fin da subito le indicazioni della deviazione standard: eToro, XTB e Capex:

    eToro

    eToro è un Broker estremamente popolare, con oltre 20 milioni di utenti registrati alla sua piattaforma di trading e un impressionante numero di strumenti finanziari disponibili.

    E’ proprio questa piattaforma a fare la differenza, offrendo i principali indicatori di trading e una grafica moderna e intuitiva.

    Potrete inserire la deviazione standard nei grafici di azioni, indici, forex, materie prime e criptovalute.

    Se volete capire come sfruttarla al meglio potete anche copiare le operazioni eseguite dai migliori trader della community, tramite il famoso Copy Trading, un brevetto esclusivo eToro.

    In questo modo, oltre ad imparare le strategie migliori, replicherete anche i risultati dei trader che avete deciso di copiare (in base a quanto avete investito). Ecco qualche esempio:

    trader etoro

    I risultati passati non sono garanzia di rendimenti futuri.

    Clicca qui e scegli quali trader copiare

    XTB

    XTB è un Broker di rilievo, che si basa su una società finanziaria quotata alla Borsa di Varsavia e una serie di licenze e regolamentazioni di altissimo livello.

    La piattaforma proprietaria, chiamata xStation 5 , permette di impostare l’indicatore di deviazione standard su qualsiasi timeframe e sul grafico di qualsiasi titolo, fra azioni, ETF, indici, materie prime, Forex e criptovalute.

    Se volete imparare ad impostare e usare al meglio questo indicatore di analisi tecnica potete fare affidamento sul Corso di Trading sviluppato appositamente da questo Broker. Questo corso , ricco di video, pdf e webinar live, spiega come usare i principali indicatori di analisi tecnica e come sviluppare delle strategie efficaci.

    Potete accedere gratis al Corso anche se non siete clienti di XTB, vi basta usare il link qui sotto:

    Clicca qui e scarica gratis il Corso di Trading

    Capex

    Capex è un Broker molto apprezzato dagli investitori italiani, forse per merito della licenza CONSOB di cui è provvisto.

    Potete visualizzare la deviazione standard su due piattaforme professionali: La MetaTrader 5 e la WebTrader, una più tecnica e l’altra più versatile e moderna. Entrambe permettono di collegare l’indicatore al grafico di azioni, indici, materie prime, forex, etf e criptovalute.

    Ma se volete imparare come si usa la Standard deviation e come si elabora una strategia di trading, vi consigliamo di seguire le indicazioni degli analisti della Trading Central, a cui Capex vi permette di accedere gratis.

    Clicca qui per accedere gratis alla Trading Central

    Deviazione standard formula

    Ecco la formula della deviazione standard e nonostante possa sembrare complessa vedrete che è di facile comprensione:

    Deviazione standard formula

    Vediamo innanzitutto i fattori all’interno della formula:

    • σ (sigma minuscola) è la deviazione standard, talvolta indicata con SD o DS per semplicità;
    • N è il numero di valori che ci sono nella nostra serie. Se vogliamo calcolare la deviazione di 10 numeri, ad esempio, avremo N = 10;
    • Σ (sigma maiuscola) è il simbolo della sommatoria, quindi indica che bisogna ripetere il calcolo per ogni valore della serie;
    • μ (mu) indica la media aritmetica tra tutti i numeri che fanno parte della serie.

    Facciamo un calcolo esemplificativo, così capirete meglio:

    • Supponiamo di avere una serie di 3 numeri: 5, 7 e 9.
    • Iniziamo calcolando la media aritmetica N: (5+7+9)/3=7
    • Passiamo ora alla sommatoria Σ: (5-7)2 + (7-7)2 + (9-7)2 = 4+0+4= 8
    • Ora dividiamo Σ/N ovvero 7/8=0.875
    • Per finire faremo la radice quadrata del risultato ottenuto e avremo 0.935

    Con questo stesso procedimento potrete calcolare la DS di qualsiasi serie numerica, ma non preoccupatevi, non vi serve imparare a fare il calcolo, ci sarà un indicatore a fare tutto per voi, trasferendo il risultato direttamente su un grafico.

    Nel nostro esempio, avendo ottenuto meno di uno, possiamo concludere che la deviazione standard è all’interno della media.

    Deviazione standard simbolo

    Come avete visto nel paragrafo precedente il simbolo della deviazione standard è sigma minuscolo ovvero: σ

    Deviazione standard excel

    Per impostare la deviazione standard su un foglio di excel vi basterà inserire la formula vista nel paragrafo precedente in una singola cella e i dati X in una colonna.

    Il foglio di calcolo farà tutto automaticamente e vi faciliterà il calcolo anche in caso di una grande mole di dati.

    Deviazione standard: come si usa

    Questo indicatore, così diverso dai classici RSI, MACD o dalle medie mobili, indica il rischio o meglio misura il rischio di un investimento.

    Si prende un periodo di tempo da esaminare, proporzionato all’orizzonte temporale futuro che ci interessa e si calcola la DS.

    Quanto più il valore della DS sarà elevato tanto più è probabile che il prezzo si discosti dalla media, rendendo l’investimento più rischioso, con una maggiore volatilità e imprevedibilità.

    Al contrario se il risultato della Standard deviation è basso, significa che l’investimento sarà meno rischioso e più “prevedibile”.

    Esempi deviazione standard

    La scelta se cercare un titolo con DS elevata o bassa dipende dalla strategia dell’investitore e dal suo orizzonte temporale.

    Chi fa trading a breve termine predilige una volatilità elevata e spesso cerca una DS alta per le sue operazioni a mercato.

    Gli investitori che puntano sul lungo periodo al contrario preferiscono non avere sorprese e cercano rendimenti più bassi ma più stabili.

    Facciamo un esempio per capire meglio di cosa stiamo parlando:

    • Il titolo X ha avuto un rendimento medio del 8% negli ultimi 5 anni e una deviazione standard di 9;
    • Il titolo Y ha avuto un rendimento medio del 12,5% negli ultimi 5 anni ma con una deviazione standard di 16;

    Dove conviene investire? Su X o su Y?

    Non c’è una risposta esatta e una sbagliata, come abbiamo detto in precedenza, dipende dalla vostra strategia e dal ROI che andate cercando.

    Alla base di tutto c’è il rapporto rischio/rendimento e la deviazione standard misura proprio quello, lasciando poi al trader la scelta finale.

    • Se siete degli investitori prudenti e conservativi prediligerete il titolo X, con volatilità minore, DS minore e un rendimento potenzialmente più basso ma più “stabile”.
    • Se invece siete degli speculatori più aggressivi andrete alla ricerca proprio dei titoli Y, con maggiore volatilità, maggiore DS e un rendimento potenzialmente più elevato ma meno prevedibile.

    Varianza e deviazione standard

    La varianza è un valore numerico che descrive la variabilità dei valori indicati dalla sua media aritmetica. La deviazione standard , come abbiamo visto, misura la dispersione di questi valori.

    In pratica la varianza non è altro che una media delle deviazioni standard al quadrato.

    Deviazione standard

    Conclusioni

    In questa guida abbiamo visto cos’è e cosa ci mostra la deviazione standard che, come avrete notato, a dispetto della formula apparentemente complessa non è poi così difficile da capire.

    Abbiamo anche visto i pregi e i difetti di questo indicatore, che purtroppo non vi fornisce dei “segnali” di ingresso e di uscita dal mercato e solitamente viene affiancato da altri indicatori di analisi tecnica per essere integrato in una strategia operativa.

    Se prenderete in esame un periodo di tempo sufficientemente lungo, la deviazione standard vi fornirà anche utili indicazioni sulla volatilità del titolo esaminato.

    Per imparare a sfruttare al meglio le doti “predittive” della standard deviation vi consigliamo di fare dei test in Demo, così da comprenderne il funzionamento e le reali indicazioni di trading.

    Una volta che vi sarete impratichiti con questo indicatore, passare agli investimenti reali sarà piuttosto semplice. Ecco i link ai conti Demo offerti gratis dai migliori Broker online:

    FAQ

    Deviazione standard cos’è?

    E’ un indicatore che misura lo scostamento dei valori dalla media e nel trading mostra anche la volatilità.

    Come si usa la Deviazione standard?

    Una Standard deviation elevata indica un rischio maggiore e una maggiore volatilità, al contrario una DS più bassa indica un rischio inferiore e una minore volatilità.

    Che strategia usare con la Deviazione standard?

    La strategia dipende dal trader o dall’investitore, ma la Deviazione standard è molto utile per capire il rapporto fra rischio e rendimento in un investimento finanziario.

    Quali piattaforme offrono la Deviazione standard?

    Questo indicatore è presente nelle principali piattaforme di trading, come la MetaTrader 5 di Capex.

    Clicca per votare questo articolo!
    [Total: 0 Average: 0]
    Lascia una risposta

    L'indirizzo email non verrà pubblicato.